La tua vita è un cantico di lode

Domande frequenti
ScriviciChiamaci

Abbiamo riportato in questa pagina le risposte alle domande più frequenti che ci sono state rivolte in relazione ai lasciti testamentari.

Per ulteriori dubbi, non esitate a rivolgervi al nostro ufficio sostenitori attraverso i contatti riportati in fondo alla pagina.

Chi può fare testamento?

Tutti possono disporre dei propri beni per testamento, a esclusione di coloro che al momento della redazione del testamento sono incapaci di intendere e di volere, dei minori e degli interdetti per infermità mentale. In questi casi il testamento può essere annullato.

Posso redigere un testamento unico con mia moglie?

Nel caso di moglie e marito, ognuno dei coniugi deve esprimere le proprie
volontà in testamenti separati.

Se non faccio testamento cosa succede?

In assenza di un testamento il patrimonio è diviso per legge tra gli eredi cosiddetti legittimi e in base alle quote previste nel codice civile: coniuge, figli, fratelli e ascendenti (in assenza di figli) fino al sesto grado.

Cosa succede se non ho eredi?

Nel caso in cui non vi siano parenti entro il sesto grado l’eredità, in assenza di testamento, si devolve a favore dello Stato.

Se si hanno figli o parenti si può destinare un lascito a una organizzazione non profit?

Si può destinare a un ente o a un altro soggetto indicato dal testatore al di fuori dei suoi familiari la parte di patrimonio che rientra nella quota “disponibile”. Non si può invece disporre liberamente della quota “legittima” che la legge italiana riserva ai parenti cosiddetti “eredi legittimari”.

Cosa è la legittima?

È la quota di eredità destinata per legge ai parenti prossimi: il coniuge, i figli, i genitori (in caso di assenza di figli). Il testatore può disporre poi della quota disponibile del proprio patrimonio come meglio crede.

Avendo parenti diretti è possibile fare testamento disponendo solo di alcuni dei propri beni?

Sì. È sempre possibile destinare una parte della propria eredità a un ente non profit, o a una persona estranea alla propria cerchia famigliare.

È valido il testamento orale?

No. La legge prevede che le volontà testamentarie debbano essere espresse per iscritto.

Come si fa a revocare un testamento?

Il testamento sia olografo che pubblico può essere sempre modificato o revocato dal testatore.

Per informazioni personalizzate

Rivolgiti al nostro ufficio sostenitori

Chiamaci o scrivici per ottenere una consulenza legale gratuita o per scegliere insieme il progetto a cui destinare il lascito, così da poter vivere per sempre nella carità.

Telefono +39 06 92917107

Email sostenitori@ofmfraternitas.org

Richiedi la nostra guida

Informazioni sui lasciti

Dona